Apparato didattico - La scintilla dell'insurrezione

N° 1224 Polizia

I. R. delegazione provinciale
in Bergamo

AVVISO

    I malaugurati avvenimenti che resero necessarj i richiami portati dall'odierno AVVISO N°. 1207 di questa I. R. Magistratura Provinciale, circa l'inibizione di indossare cappelli e distintivi di forme qualificate come dimostrazioni contrarie al governo (richiami che armonizzano con quelli oggi pervenuti dall'I. R. Direzione Generale della Polizia e da essa emessi in conseguenza di espressi ordini superiori) esigono imperiosamente che a tutela del buon ordine e della pubblica tranquillità ed a scansamento di avvenibili ulteriori sciagure, venga adesso recato a pubblica notizia, essere proibiti assolutamente tutti gli assembramenti di gente per le strade e per le piazze; considerandosi per tali le unioni di persone in numero maggiore di sei; ritenuto che i contravventori dovrebbero imputare a sé medesimi le conseguenze dell'opposizione che sconsigliatamente si attentassero di spiegare contro l'osservanza di siffatta misura; mentre si esporrebbero ad essere colpiti d'immediato arresto. Oltreché saranno applicate con tutto il rigore le sanzioni di legge contro coloro i quali si permettessero la delazione d'armi vietate, ovvero d'ingiuriare e provocare chicchessia, di turbare l'ordine e la quiete delle funzioni di culto, od assumessero una qualsiasi attitudine minacciosa ed annuncianti intenzioni ostili o riprovate; ricordato pure il recente Ordine Sovrano, reso pubblico col Governativo Avviso 12 Febbrajo andante N. 4831 – 548, che proscrive in genere ogni dimostrazione popolare con mire antipolitiche.

Bergamo, li 16 Febbrajo 1848

IL CONSIGLIERE DI GOVERNO I. R. DELEGATO PROVINCIALE
BOZZI

I. R. Commissario Superiore
D.r A. NEGRI

______________________________

Dalla Provinciale Stamperia Sonzogni

 

Biblioteca Civica di Bergamo, Proclami, XLI, 16)