«Pei copiosi suffragi l'anime loro saliranno al cielo»
Le solenni celebrazioni per i martiri della patria

ITALIA LIBERA

W. PIO IX

Il governo provvisorio
per la città e provincia
di Bergamo

 

AVVISO

Li 10 Aprile 1848

    Per le già annunciate solenni esequie dei prodi morti fra noi combattendo per la liberazione della patria, il Governo Provvisorio invita tutte le Magistrature e Rappresentanze a trovarsi con esso nella Chiesa di S. Bartolomeo la mattina di Giovedì prossimo, 13 del corrente Aprile, alle ore undici precise, prendendovi i posti a ciascuna di esse prefissi.
    Le Magistrature e le Rappresentanze invitate sono:

La Congregazione provinciale, cogli Aggiunti e cogli altri Corpi funzionarj addetti alla medesima;
Il Comitato di Guerra e quello dei sussidj;
Lo Stato Maggiore della Guardia Civica;
Il Presidente e i consiglieri del Tribunale Provinciale;
Il f. f. d'Intendente delle Finanze col Segretario;
I Membri della Congregazione Municipale;
L'Ispettore provinciale delle Poste col Segretario;
Il Commissario del Distretto primo e l'aggiunto;
L'Ispettore Forestale;
I Membri della Camera di Commercio;
I direttori e gli Amministratori degli Stabilimenti di Beneficenza;
Gl'Ispettori e Direttori col personale insegnante di tutti gli istituti di pubblica istruzione Governativi e Comunali;
I Reggenti ed il personale insegnante del Seminario Vescovile:
Una rappresentanza dell'Ateneo di scienze, lettere e arti;
Una rappresentanza della Società Industriale Bergamasca;
I Membri della Commissaria Carrara d'arti belle, ed i Professori della medesima;
I Soprintendenti della Civica Biblioteca coi Bibliotecarj;
Le reggenze dei due Asili caritatevoli infantili; ed una Rappresentanza delle Cittadine visitatrici dei medesimi;
Una rappresentanza delle Cittadine che si prestarono e si prestano alla visita dei feriti;
E finalmente una rappresentanza delle Cittadine incaricatesi delle questue per i poveri.

    Un posto apposito accoglierà per questa funebre cerimonia i feriti che inaugurarono col sangue il trionfo della Patria.
    Anche i Canonici del Capitolo Cattedrale avranno il posto rispettivo in quanto non facciano parte del personale occupato nella religiosa funzione, che verrà celebrata coll'assistenza di Monsignor Vescovo.
    Vi avrà posto preminente la rappresentanza dei Reverendi Padri Capuccini, benemeriti per l'assistenza dei feriti.
    L'abito stabilito per le Autorità è il nero, fregiato della coccarda tricolore, e piacendo anche della sciarpa parimenti tricolore indossata a modo di cintura.
    Colle stesse regole avrà luogo nel successivo Sabbato, quindici corrente, ed alla medesima ora, l'intervento nella Cattedrale per l'altra pure già annunciata funzione del canto solenne dell'inno Ambrosiano.
    La Guardia Civica presterà ogni servizio pel decoro e pel mantenimento del buon ordine d'ambedue queste funzioni, alle quali certamente farà corona numeroso concorso dei Cittadini, animati da que' sensi di religioso patriottismo da cui ognuno è portato a riconoscere nei portentosi avvenimenti di queste giornate la mano onnipotente d'Iddio, padre pietoso di tutti i popoli, liberatore e vendicatore degli oppressi.

D'ordine speciale del Governo Provvisorio
COMOTTI Segretario

___________________

Tip.Crescini

 

Biblioteca Civica di Bergamo, Proclami, XLI, 101