«Radetzchi, ti star porco»
La satira antiaustriaca

Sonetto

 

    Per appagar la sua curiosità
Chiamò Plutone il Computista un dì,
Voglio, disse, saper in realtà,
Quanti Austriaci dannati abbiam noi qui.

    Partì veloce il Messagier di là,
Ed il giro infernal tosto compì:
Torna, e raggualio al suo padron ne dà:
Che in udirlo Plutone sbalordì.

    Mille millioni, mille, e una centina,
Dacché due becchi ne saliro il Trono
Cadder. Gridando Viva alla rapina,

    Plutone aggiunse, avranno un degno dono,
E Metternich, che venne stamattina
Pel primo caccisi in sul fuoco prono.

VIVA L'ITALIA,
VIVA PIO IX

 

Biblioteca Civica di Bergamo, Proclami, XLIII, 32; f.v.