«Sorgi Italia: ti chiama una voce»
Gennaio-febbraio 1848: la scintilla dell'insurrezione

Madrigale che accenna al lugubre fatto dell'uccisione
di un consigliere di Stato avvenuto ai primi di Gennaio 1848
per opera degli austriaci sotto la Galleria De Cristoforis.

 

Madrigale

    Toglietemi d'attorno i panni gai,
Voglio vestirne di bruno colore,
Viddi scorrere il sangue, ed ascoltai
Le grida, di chi fere, e di chi muore.
Altro ornamento non porterò mai
Che un nastro vermiglio sopra il core.
Mi chiameran come quel nastro è tinto,
Ed io: nel sangue del fratello estinto;
Mi chiameran come si può lavare,
Ed io: nol potrà fiume, né mare.
Macchia d'onore per lavar non langue
Se non si lava nel Tedesco sangue.

Trascritto dal mio fratello
Ambrogio nel 1848
dopo avvenuto il fatto
dell'uccisione del
Consigliere di Stato
in Milano nella Galleria
De Cristoforis.

G. B. Camozzi Vertova

 

Biblioteca Civica di Bergamo, Archivio Gamba, XXVI, 1971; 1 c. ms