Su

 

donna abissina

 

 

Tra tanti esempi di satira razzista disseminati sulla stampa fascista deglianni Trenta, questo è interessante per i limiti entro i quali considera ammissibile l'evoluzione della popolazione etiope: qui la donna assume via via tratti longilinei e veste fogge occidentali, generalmente le si attribuivano ruoli ben più umilianti; ma si considerino le fattezze del bambino, che pure ha conosciuto l'italianità ed è diventato un piccolo balilla: cosa ricordano?