Piroletto e famiglia in A.O.

 

" Il Balilla" n. 30, 19 luglio 1936.

Piroletto sistema i "luridi abituri"   circondati da insetti degli abissini e li sostituisce con un "bellissimo villin". Gli abissini all'inizio sono comprensibilmente sorpresi di trovare devastate le loro case, ma poi, sotto la supervisione degli Italiani, son ben contenti di portare i mattoni (il lavoro più pesante che non richiede particolare abilità) e alla fine "di gran cuore sono grati".
Questo fumetto sembra prefigurare la ricostruzione di Adis Abeba, che però avverrà solo parzialmente e seguendo un criterio di apartheid.

                                       avanti                                  Torna indietro