• Con la Rivoluzione di Bergamo del 1797 e la Repubblica Cisalpina, poi Regno d'Italia, lo Stato assunse il compito di guida della societą, affermando la fine delle differenze cetuali e l'uguaglianza dei cittadini.
  • Gli oneri riguardanti il funzionamento della sanitą e dell'istruzione, che in passato erano stati sostenuti da diverse congregazioni, passarono sotto il diretto controllo dei Comuni, perchč questi settori vennero considerati di pubblico bene e di utilitą sociale.
  • Dal 1807 un'unica Congregazione di Caritą, di cui facevano parte anche il Prefetto e il Vescovo, ebbe il compito di sovrintendere ai vari istituti di beneficenza, nella quale confluivano tutti gli Istituti Ospedalieri, gli Istituti di Ricovero, gli Istituti Elemosinieri.
  • Gli amministratori furono nominati salvaguardando la continuitą con il recente passato: facevano parte di una cerchia di famiglie che si alternavano e si incrociavano nei vari consigli.
  • Furono soppresse le congregazioni religiose e parte dei loro beni e dei loro conventi vennero assegnati alle istituzioni caritative e di beneficenza pubblica della cittą.

All'inizio dell'800 a Bergamo esistevano quindici luoghi pii principali, di cui cinque di origine tardo-medioevale e nove risalenti all'etą moderna.

Uno degli istituti pił importanti era l'Albergo laicale dei poveri, detto il Conventino, che ospitava trecento ragazze ed era centro di buona educazione femminile.

Nel 1808, l'ispettore generale della beneficenza pubblica, Antonio Strigelli, lo definiva "il pił considerevole, magnifico, e ben regolato stabilimento nella classe degli orfanotrofj che esiste nel Comune di Bergamo, e fors'anche nel Regno, e tanto la sua istituzione che il suo prosperamento formano, e formeranno sempre un soggetto di lode, e d'onore".

 

Nel 1811 nell'ex convento delle Grazie fu ubicata la Casa di Ricovero per impotenti al lavoro, dove venivano portati i mendicanti trovati per le strade, arrestati in applicazione al decreto 11 agosto 1811.

I cambiamenti prodotti dalle riforme del periodo napoleonico sulla fisionomia del sistema assistenziale durarono nel tempo? 

 

Istruzione

Cultura

Assistenza