I TEATRI "PROVVISIONALI" DELLA FIERA

 
Dai tempi più antichi sul "Prato di S.Alessandro" (nei Borghi della città bassa) in occasione della festa del Patrono, nell'ultima decade di agosto e la prima di settembre si svolge l'annuale Fiera.

Nei pochi giorni della Fiera questo vastissimo spazio si riempie di baracche di legno e si   anima di una immensa folla di venditori  e di acquirenti.

I confini di questo prato  coincidono oggi a Nord con Piazza della Libertà, a Sud con il Sentierone, a Est con l'asse Via Verdi-Chiesa di S.Bartolomeo, ad Ovest con Piazza Cavour- inizio Via XX Settembre. In tempi antichi questo spazio era adibito a pascolo.

Il Prato di S.Alessandro dove si svolge la Fiera prima della costruzione delle botteghr stabili del 1740. Planimetria di S. Scolari (Ufficio Tecnico del Comune di Bergamo)

Nel 1740 le baracche di legno in cui i mercanti esponevano le loro merci, vengono sostituite da una costruzione stabile in muratura in un perimetro più limitato. La Fiera di S. Alessandro, nota in tutta Europa, aveva come baricentro l'area dell'attuale Piazza Dante.

Il sentierone e la Fabbrica della Fiera, con Bergamo Alta sullo sfondo (Quadro di C.Rosa, Raccolta Tombini)
Prospettiva della "Fabbrica della Fiera", costruzione stabile in muratura disegnata da G.B.Caniana. Incisione di G. La Poer (Biblioteca Civica A.Mai, Bergamo) Antica stampa della Piazza posta al centro della Fiera. L'attuale Piazza Dante

Dentro i confini della Fiera saltinbanchi, istrioni, giocolieri, esibiscono la loro arte circense. Esibizioni di fenomeni (mostruosità di vario genere), di animali esotici, spettacoli di burattini, giostre, mascherate rallegrano le giornate del mercato. Nel recinto della Fiera, in Piazza Baroni (oggi Piazza della Libertà) o nell'attuale zona del Teatro Donizetti  vengono perciò eretti alcuni teatri provvisori di legno, chiamati per questa ragione "Provvisionali". Vengono montati all'inizio della stagione della Fiera e smontati al termine della stessa. Vi si rappresentano, come detto,   spettacoli di ogni sorta e non mancano i giochi d'azzardo. L'arte teatrale propriamente detta è rappresentata dai drammi in musica. La Fiera rappresenta perciò per Bergamo, oltre che un importante centro commerciale, un luogo d'incontro ed una sede di divertimento molto frequentata.

Piazza dei Baroni (contigua alla Fabbrica della Fiera), dove nel 1797 si erige un teatro provvisorio di legno, demolito alla fine della stagione. Acquatinta di G.Berlendis (Raccolta Suardo)

Istruzione

Cultura

Assistenza